09 giugno 2006

IO VOGLIO

io non pretendo niente
io voglio una vita semplice, non tranquilla, ma semplice

io voglio abitare in un paesino, magari lontano una mezz'ora, un'ora dalla citta', perche' il cinema, quello si, non me lo potete togliere

io voglio stare con la gente
io voglio uscire la mattina e salutare le persone che incontro e non essere giudicato
dall'apparenza

io voglio non apparire, non m'interessa
non fa parte di me
non apparire

io voglio poter andare in giro ed osservare la terra, non l'asfalto
io voglio camminare lungo sentieri, dentro boschi, vicino alberi

io voglio parlare del mosto, del vino e dell'olio
io voglio sentire le voci antiche raccontarmi il loro passato, descrivermi il loro presente
io voglio vedere la gente che passa nella piazza, seduto con le sigarette intorno e le voci rauche

io voglio
non essere qui
forse

6 commenti:

CY ha detto...

Di chi sono queste parole? Le tue? Perdona l'ignoranza se non ho riconosciuto l'autore o perdona lo stupore per non esser certa della tua ispirazione :-)
cmq molto bella

popular ha detto...

certo che sono mie:-)
lo so, non sembra ma tant'è, ogni tanto sono (i)spirato... ^_^

Lo Scafo ha detto...

Tutti a nun fa un cazzo oggi eh...

popular ha detto...

bè è venerdi...

Cy ha detto...

effettivamente i venerdì, senza i capoccia in ufficio, con quest'aria quasi primaverile...
ma chi c'ha voglia di fare un piffero ^_^
@popular, Ma quanta ispirazione, come fai a trovarla ?

Massi ha detto...

Andrea bellissime parole veramente..


P.S: Ma solo nel mio ufficio i venerdi sono massacranti?!?!

AddThis

AddThis Feed Button